Documento Valutazione Rischi

 

  •  Cos’è il Documento Valutazione Rischi (DVR)?

Il Documento Valutazione Rischi (DVR) è un documento, redatto da un tecnico qualificato in sicurezza sul lavoronel quale vengono analizzati ed elencati i rischi presenti in un’attività lavorativa, fornendo indicazioni sulle misure di sicurezza messe in atto o da applicare, per eliminare o minimizzare i rischi alla salute dei lavoratori. Il Documento Valutazione Rischi (DVR) è un documento chiave per il monitoraggio, la catalogazione e l’analisi dei rischi a cui sono esposti i lavoratori e per la gestione degli interventi di miglioramento.

La redazione del Documento Valutazione Rischi (DVR), a seguito della valutazione di tutti i rischi per la salute e sicurezza, è uno degli obblighi a cui il datore di lavoro non può sottrarsi (art. 17 D.Lgs. 81/08), secondo quanto stabilito dalla normativa in materia di Sicurezza sul Lavoro.

Il Documento Valutazione Rischi (DVR) è un documento unico per ogni attività, in quanto specifico del particolare contesto lavorativo.

 

  •  Per quali aziende è obbligatorio il Documento Valutazione Rischi (DVR)?

Sono soggette a Valutazione dei Rischi tutte le imprese a prescindere dal numero dei lavoratori dipendenti con qualsiasi tipologia di contratto ed appartenenti a tutti i settori di attività, privati e pubblici, e a tutte le tipologie di rischio.

Il Documento Valutazione Rischi (DVR) deve essere redatto entro tre mesi dall’avvio dell’attività, e immediatamente aggiornato in occasione di significative modifiche della tecnica del processo produttivo (ad es. acquisto nuovi macchinari), della organizzazione del lavoro, a seguito di infortuni importanti o quando i risultati della sorveglianza sanitaria ne evidenzino la necessità.

Le aziende che sono in attività oltre tale periodo e non hanno ancora redatto il DVR, sono passibili di sanzioni, in caso di controllo da parte degli organi competenti.

  •  Contenuti del Documento Valutazione Rischi (DVR)

Come detto in precedenza, il  Documento Valutazione Rischi (DVR) deve essere redatto dal Datore di Lavoro, che può farsi supportare da un tecnico qualificato. Durante il sopralluogo presso la sede dell’attività lavorativa, il tecnico si occuperà di raccogliere i seguenti dati:

  • dati generali dell’azienda
  • descrizione degli ambienti di lavoro e del ciclo produttivo
  • descrizione dei posti di lavoro e delle mansioni dei dipendenti, con indicazione delle sostanze impiegate, attrezzature, impianti e specifiche misure tecniche di prevenzione adottate per ciascuno
  • criteri seguiti nella valutazione: pericoli e rischi correlati, persone esposte al rischio (dipendenti, lavoratori di imprese di manutenzione o pulizia, visitatori, ecc…), riferimenti normativi adottati, norme di buona tecnica, linee guida
  • misure di prevenzione e protezione: interventi necessari, interventi programmati per conseguire una ulteriore diminuzione dei rischi remoti

Richiesta informazioni

Questo sito utilizza cookies. Per saperne di più: Privacy Policy

Utilizzando questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser