Medicina del Lavoro

 

Nomina Medico Competente

 

Come imposto dal testo unico sulla salute e sicurezza del lavoro D.Lgs 81/2008, il medico competente è uno specialista in medicina del lavoro e iscritto nelle liste nazionali, il cui compito è quello di valutare la sicurezza nei luoghi di lavoro laddove siano presenti rischi per i lavoratori.

Il medico competente si occupa della definizione del piano sanitario aziendale e dello svolgimento delle visite mediche aziendali per l’idoneità dei lavoratori.

La mancata nomina medico competente da parte del datore di lavoro o del preposto, dove le condizioni la rendono obbligatoria, è punita con sanzioni amministrative e penali come l’arresto con condanne dai tre ai sei mesi di reclusione oppure un’ammenda che può arrivare a 10.000 €.

 

Sorveglianza Sanitaria

 

Come definisce il D.Lgs 81/08 la sorveglianza sanitaria è l’insieme degli atti medici, finalizzati alla tutela dello stato di salute e sicurezza dei lavoratori, in relazione all’ambiente di lavoro, ai fattori di rischio professionali e alle modalità di svolgimento dell’attività lavorativa.

Nello specifico, il D.Lgs 81/08 stabilisce che la sorveglianza sanitaria debba essere attuata dal Medico Competente secondo i principi della medicina del lavoro e del codice etico della Commissione internazionale di salute occupazionale (ICOH).

La sorveglianza sanitaria comprende le visite mediche periodiche, preventive, su richiesta del lavoratore, in occasione del cambio di mansione, alla cessazione del rapporto di lavoro, in fase preassuntiva, precedenti alla ripresa del lavoro.

Particolare attenzione è prestata ai lavoratori che fanno uso di attrezzature minute di videoterminale, la cui sorveglianza sanitaria (art. 176) richiede specifici interventi, lo stesso anche nel caso di agenti fisici (art. 185), di esposizione al rumore (art. 196), a campi elettromagnetici (art. 211), a radiazioni ottiche artificiali (art. 218) o a sostanze pericolose (art. 229).

La definizione del piano sanitario aziendale è effettuata autonomamente dal medico competente, e si affidata perciò totalmente alla professionalità di quest’ultimo.
Per la periodicità con la quale effettuare i controlli, il medico competente tiene conto dell’iter della malattia professionale di cui si occupa e dei fattori economici ed organizzativi dell’azienda.

 

Visite Mediche Periodiche

 

Il D.Lgs. 81/08 prevede le visite mediche in azienda all’interno del servizio di Sorveglianza sanitaria nei luoghi di lavoro. Il medico competente è, quindi, una figura di riferimento per collaborare con l’azienda al servizio di prevenzione e tutela della salute dei lavoratori.

Le visite mediche periodiche possono essere effettuate per controllare lo stato di salute dei lavoratori ed esprimere il giudizio di idoneità alla mansione specifica.
La periodicità di tali accertamenti, qualora non prevista dalla relativa normativa, viene stabilita, di norma, in una volta l’anno.

Tale periodicità può assumere cadenza diversa, stabilita dal medico competente con adeguata motivazione riportata nel documento di valutazione dei rischi e resa nota ai rappresentanti per la sicurezza di lavoratori in funzione della valutazione del rischio.

L’organo di vigilanza, con provvedimento motivato, può disporre contenuti e periodicità della sorveglianza sanitaria differenti rispetto a quelli indicati dal medico competente.

Richiesta informazioni

Questo sito utilizza cookies. Per saperne di più: Privacy Policy

Utilizzando questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser